5 libri esordienti da non perdere questo dicembre 2018

Eccoci qui a stilare una cinquina speciale di scrittori esordienti, con pubblicazioni indie scelte tra le più interessanti novità di questo Dicembre 2018. Autori che non hanno pubblicato con i grandi marchi dell'editoria, ma che si sono distinti con le loro pubblicazioni degne di nota e per l'impegno letterario con libri di grande qualità.
Abbiamo letto per voi questi cinque libri ed in vista di questo Natale all'insegna della letteratura, ci sentiamo in dovere di suggerirvi un'idea regalo contro il comune commerciale business dell'editoria.
Partiremo con la poesia di Nicola Vacca (premio Camaiore 2016) critico letterario e poeta che rispolverando una silloge già pubblicata nel 2011 ormai introvabile, torna ad affacciarsi nel panorama poetico alla luce di diversi successi per la sua saggistica su autori come Emil Cioran e tanti altri. Per quanto riguarda la prosa ci siamo fatti trasportare dalla penna di Ilaria Palomba con il suo ultimo libro da lei stessa definito “un viaggio nell'inconscio di una persona mentalmente disturbata” una tematica forte e sensibile che affronta l'estraneità del proprio corpo abusato. Mentre per la narrativa abbiamo scelto il libro di Lorenzo Pisaneschi che ha messo su una storia Bukowschiana segnata dall'alcolismo e da un amore travagliato, e poi il romanzo di Marcello Polastri basato su un'escursione nelle viscere di Cagliari, esperienza vissuta realmente, una storia affascinante intrisa di mistero. L'ultimo consiglio di lettura è il libro di racconti di Donato Montesano che ha messo insieme diverse vicende che appartengono a “mondi interiori”, ad un modo di vivere la vita con un sentimento profondamente nostalgico e sentimentale. Un libro di successo che presto per la gioia dell'autore verrà trasformato in un film.

ALMENO UN GRAMMO DI SALVEZZA di Nicola Vacca
L'argolibro editore presenta una ristampa della silloge poetica, una raccolta che squarcia la materia divina; e da questa ferita fuoriesce sacralità, non intesa come santità, ma come riappropriazione di una dimensione cardine che l’essere umano abita da sempre. E proprio questo punto è ribadito in maniera sopraffina nella prefazione di Gianfrancesco Caputo. Questa raccolta è già uscita nel 2011, ma il poeta e critico letterario pugliese la riconsegna al pubblico arricchita anche da altri versi. Dietro questa riedizione c’è l’esigenza di continuare un dialogo a cavallo tra fede e ragione, tra credulità e incredulità, tra misticismo e poiesi da cui nessun uomo può escludersi.
L'argolibro Editore, 2018
Poesia
70 pagine


DISTURBI DI LUMINOSITÀ di Ilaria Palomba
Disturbi di luminosità" viene definita un'autofiction, scritta con la tecnica del flusso di coscienza, gli eventi narrati si svolgono nella mente di una donna senza nome. La protagonista soffre di un disturbo borderline di personalità scaturito da uno stupro. Nel corso della storia è spesso accompagnata da un Lui, un personaggio amato e tanto odiato, proprio come tutto ciò che la circonda. Vi è anche l'Oracolo, un terapeuta mistico che la segue durante il suo vaneggiare nell'incubo tra vita e morte. La narrazione avviene tra una città e l'altra: Roma, Dublino, Parigi, Berlino, Bari, in un susseguirsi di fughe. Fughe dai luoghi ma anche da sé stessa, rapita in un baratro di eterni ritorni e incurabili voragini. Ma le ferite sono anche feritoie. La scrittura stessa presenta tale ambivalenza, un fiume che muta forma tra le mani - si piega - mi piega. Un fiume che straripa dagli argini per ritornare alla siccità, all'aridità di un cuore assediato da ripetute violenze e abbandoni. La tortura, la droga, i rapporti promiscui, l'autolesionismo, i tentativi di suicidio sono solo un grido che lamenta l'assenza d'amore, di certezze, di futuro, in un sociale che implode. Le ragioni sono scritte nell'ultima pagina e nessuno può conoscere la fine se non legge il libro per intero, dice L'Oracolo. Con un racconto di Anna Corsini. 

Gaffi Editore in Roma, 2018
Narrativa
130 pagine


CRAPULA di Lorenzo Pisaneschi
Leonardo è un nostalgico, dal passato burrascoso e un principio di alcolismo, innamorato di una donna che sembra quasi una chimera, impegnata con il suo migliore amico.
Tra paranoie birre e lacrime questo personaggio scaverà dentro se stesso, arrivando a mettere a nudo i tratti della sua personalità, i sentimenti di un uomo che riesce ad affrontare le sue paure, per guardare al futuro con occhi diversi. Una storia pregevole quella scritta da Lorenzo Pisaneschi autore nato a Pistoia, classe '93 e laureato in lettere moderne che dimostra una certa maturità letteraria con un promettente esordio.
Catartica Edizioni, 2018
Narrativa
168 pagine


ALLA SCOPERTA DELL'EREMO PERDUTO di Marcello Polastri
il romanzo ripercorre la storia della Fossa di San Guglielmo a Cagliari dove il Duce Benito Mussolini visitò nel 1942 l’Ospedale in Caverna San Giorgio, e dove l’autore del libro si addentrò in un dedalo di ambienti sotterranei pieni di scheletri umani. In un luogo recondito il brillante Poul Satrí, poliziotto e giornalista, farà luce sul passato di alcuni resti umani ritrovati con una commissione di una rete televisiva. Satrì scoprirà come mai, in una notte d’estate di molti anni fa, la sua adorata fidanzata, morì in circostanze misteriose. Una storia da brivido, scritta magnificamente che si fa leggere tutta d'un fiato.
Edizioni La Zattera, 2018
Romanzo noir
222 pagine


I GRANDI SCRITTORI NON MANGIANO di Donato Montesano
I grandi scrittori non mangiano è l’ironia che nasce dal disagio di vivere nel posto in cui si è nati, è un senso di necessità, una voglia assoluta di espressione, di esplosione. È un mondo capovolto in cui i fiumi secchi tornano ad essere navigabili e antichi paesi abbandonati tornano a brulicare di vita; un mondo in cui i sogni e le fiabe si mischiano alla più cruda realtà. Un teatro umano dove l’ossigeno ha l’effetto dell’oppio e gli eroi del passato convivono con i protagonisti attraverso colonne sonore rock e primi piani cinematografici; visioni di transumanza e lupi in agguato, amori e sguardi nascosti, vecchi treni e stazioni scalcinate. Ma questo libro è anche un nonno che tramanda le favole al nipote, è lo gnomo che ucciderà il re, è la notte che fa compagnia quando si è soli, è la pioggia nelle scarpe di chi ha voluto perdere l’ultimo tram.
Eretica Edizioni, 2018
Racconti
112 pagine


Fabrizio Raccis 


Powered by Blogger.